La viola del ‘900

HomeDiscography - Classical
.

Danilo Rossi, viola – more info

Stefano Bezziccheri, piano – more info


CD

CDE10-C011

BUY NOW

iTunes

AMAZON

.

Album details:

Edward Benjamin Britten
1 – Lacrymae for viola and piano, Op. 48 – 16′.29”

Paul Hindemith
Sonata for viola and piano, Op. 11 n. 4
2 – Fantasie – 03′.16”
3 – Thema mit Variationen – 04′.31”
4 – Finale (mit Variationen) – 11′.28”

Dmitri Shostakovich
Sonata for viola and piano, Op. 147
5 – Moderato – 12′.06”
6 – Allegretto – 07′.22”
7 – Adagio – 16′.07”

Total time: 71′.36”
Recording at: Milan, Limen Music Studio, 2011
Recording and mastering: Michele Forzani
Web Tv: www.limenmusic.com
Blog: www.limenmusic.info
.

REVIEW:

ARCHI Magazine (Luigi Cioffi) – March 2012
*****

MUSICA (Massimo Viazzo) – February 2012

4 stars
Danilo Rossi, prima viola dell’Orchestra del Teatro alla Scala, da anni frequenta come solisa praticamente l’intero repertorio dedicato al proprio strumento. In questa nuova incisione egli propone tre pagine fondamentali appartenenti alla letteratura del Novecento.
La Sonata op. 11 n. 4 di Paul Hindemith, violista lui stesso, fu completata nel 1919. E’ uno studio sulla variazione: il secondo e il terzo movimento sono, infatti, rispettivamente un Thema mit Variationen e un Finale mit Variationen, e sono collocati dopo un’ammaliante Fantasia iniziale di gusto rapsodico. Danilo Rossi e Stefano Bezziccheri non rinunciano qui alla passione e a un suono carnoso che occhieggia ancora al secolo precedente.
Nelle Lacrymae op. 48 (1950) anche Benjamin Britten si misura con la forma antica della variazione; traendone una pagina sfuggente e carica di tensione. Il tema “If my complaints could passion move” di John Dowland viene suddiviso in due sezioni, la prima delle quali serve da base per dieci variazioni, mentre la seconda di discioglie in una distensiva coda. Rossi sa mantenere un temperatura emozionale elevatissima in tutto il brano, mettendo in evidenza anche le rifrazioni cromatiche del proprio Maggini.
L’estremo lavoro di Dmitri Shostakovich, l’enigmatica Sonata Op. 147 (1975), dà modo, infine, a Rossi e Bezziccheri di esprimersi anche in un clima più crepuscolare, a volte astratto, ma pur sempre molto intenso.
La buona registrazione è inficiata da un rumore di fondo talvolta un pò fastidioso (credo si tratti di soffi del solista).

.
Anna Menichetti presents the album on RSI – Radio Televizione Svizzera – November 3. 2011

Listen

BUY NOW

Share

Leave a Reply