Archive for the ‘Area 51’ Category

Limenmusic opens a new column: Area 51 (only Italian version)

Limenmusic inaugura una nuova rubrica grazie alla collaborazione di Annamaria Morini, rinomata flautista di fama nazionale e internazionale.

Il primo saggio vuole ripercorrere il secolo appena trascorso utilizzando come guida la “personalità” del flauto, “multiforme ma decisamente connotata,tanto che lo si potrebbe prendere come figura strumentale riassuntiva del XIX secolo.”

Il flauto meraviglioso del Novecento

(questo titolo si rifà al ciclo di Lieder di Mahler Des Knaben Wunderhorn.Il termine Wunder ha svariati significati,tra cui “meraviglioso” e “miracoloso”.Qui è da intendersi in tutte le accezioni possibili)

E’curioso che mentre il ventunesimo secolo avanza come un grande fiume ingoiando giorni e chilometri verso la sua foce,uno sguardo retrospettivo sulle ultime decadi del novecento faccia venire strani pensieri al flautista novelty – addict,drogato dalle novità e assetato di qualsiasi cosa purché nuova:nuova tecnica,nuovo pezzo,nuove prime esecuzioni.Pensieri che riportano indietro e fanno fare un eccellente allenamento in un’attività il cui esercizio va perdendosi:il recupero della prospettiva storica.Essendo il 900 ormai passato,appunto,alla storia,lo sguardo può spaziare in una visione d’insieme che supera gli angusti limiti del momento presente,o di quello appena trascorso,e valutarlo non suggestionati dall’effimero,ma per capitoli più vasti.Naturalmente ciascuno individua i capitoli che ritiene più significativi,o semplicemente lo appassionano di più,o gli servono per dimostrare qualcosa.Ciò che qui prenderemo come guida è la “personalità” del flauto;il che significa in una prospettiva novecentesca e progressiva (nel senso leopardiano) non solo seguirne l’evoluzione del suono e il ruolo nel processo,anch’esso novecentesco e “progressivo”,di totale emancipazione di questo parametro che da collaterale diventa centrale,da involucro essenza:ma negli stessi termini e nella stessa accezione in cui possiamo parlare della personalità del pianoforte nell’800,multiforme ma decisamente connotata,tanto che lo si potrebbe prendere come figura strumentale riassuntiva del XIX secolo.

Leggi tutto

Share