Viaggiando, Volando, Suonando …

Da oggi, ogni mercoledì potrai conoscere meglio gli artisti Limen che attraverso un percorso incentrato sui sentimenti si racconteranno.

“Viaggiando … Volando … Suonando”.

Letizia Michielon, pianista.
Il pianoforte è il primo amore?
L.M.: In realtà il primo amore è stata la pittura..
La prima emozione toccando questo strumento quale è stata?
L.M.: lo stupore
In che modo si è manifestata la musica nella tua vita?
L.M.: Il papà era fisarmonicista e mio cugino suonava il pianoforte , ho ascoltato musica da sempre
Che ruolo hanno avuto i genitori nelle tue scelte?
L.M.: Mi hanno sempre supportato nelle mie scelte
Il Maestro è fondamentale? E’ anche una guida di vita?
L.M.: Il Maestro Bagnoli è stato come un padre per me, la persona che più ha guidato la mia evoluzione artistica
Per raggiungere certi risultati bisogna essere molto rigidi con se stessi?
L.M.: Rigorosi più che rigidi..
Uno strumentista è gelosissimo del suo strumento, come vivi lo strumento sempre diverso?
L.M.: Come una affascinante scoperta e nuova possibilità espressiva
La musica comanda?
L.M.: Persuade
Le 7 note, secondo te quali sono le note che riassumono con il suono un sentimento?
L.M.: Non una nota in particolare, è il loro gioco armonioso che può suscitare i sentimenti
Immagino che come tutti gli esseri umani soffri si simpatie ed antipatie, l’antipatia è una difesa? Come la utilizzi? Ti basi molto sull’istinto?
L.M.: Sull’intuizione più che sul l’istinto. Si tratta di una facoltà che sintetizza sensibilità e ragione
Essere troppo sicuri è peggio di essere molto emozionati?
L.M.: Forse è proprio l’emozione forte a trasmetterti  sicurezza
Sei riconosciuta come un interprete raffinata, studiosa, ricercatrice, filosofa, ti ci riconosci?
L.M.: Sono componenti importanti per me ma un interprete coincide soprattutto con il  suono che produceva, sintesi del suo mondo interiore
Cosa trovi in questo “tempo” che lo rende adatto a te?
L.M.: L’apertura  al possibile
In che modo la musica aiuta a conoscere la cultura?
L.M.: La musica è cultura , il suo linguaggio trasmette le strutture del pensiero e il suono agisce sulla nostra sensibilità attivando l’immaginazione.
Nulla meglio della musica riesce a trasmettere con immediatezza  il Zeitgeist di una epoca culturale.
Ci parli del progetto che hai iniziato assieme a Limen?
L.M.: Dopo il primo cd-dvd dedicato a Debussy e Ravel abbiamo iniziato l’avventura beethoveniana, affiancandola ad approfondimenti filosofici relativi all’età della Bildung umanistica.
Successivamente si è aperta l’ipotesi chopiniana che avvicina la musica alla poesia lirica
Due sono le strade che compongono questo progetto perchè?
L.M.: Non perché la musica abbia bisogno di un aiuto esterno che la sostenga ma perché il dialogo tra i diversi linguaggi lascia sbocciare nuove intuizioni e prospettive
Quando conta il video nella registrazione? (sia come esito finale che come presenza durante la registrazione)
L.M.: Durante le registrazioni non ci penso, cerco di concentrare l’attenzione solo sul suono.
Merito della atmosfera di ricerca e serenità che riesce a creare Michele Forzani.
Per chi ascolta, inoltre, è importante avere la possibilità di ascoltare  anche attraverso il video, l’effetto che vorremmo raggiungere è quello di simulare allo stato ricettivo di un concerto live.
Esiste un compositore che ritieni “il compositore”?
L.M.: Ognuno , nel suo cammino. se dovessi fare alcuni nomi, sicuramente Bach, Mozart, Beethoven, Chopin
Allo stesso modo esiste un pezzo che è “il pezzo”? Perchè?
L.M.: Ci sono dei capolavori assoluti, penso alla Quarta Ballata di Chopin, all’Appassionata di Beethoven, una sintesi mirabile di contenuti interiori esplosivi trattenuti in una forma perfetta
La tua vita ha una colonna sonora? Qual è?
L.M.: Chopin e Beethoven, l’anima e il pensiero
I prossimi progetti?
L.M.: Oltre a portare a termine i progetti Beethoven e Chopin, sto pensando a un disco di opere mie, al completamento del filone francese Debussy-Ravel e a Mozart. più lontano c’è Bach..
Qual è il sentimento che guida la tua vita?
L.M.: La speranza

Share

Leave a Reply