Eccoci alla settimana dedicata ad Enrico Baiano

 

E’ uno dei miei dittici preferiti! Che ricchezza, che maestà, che fantasia nel Preludio, e che spirito, che vivacità nella Fuga! …e che maledetti e ‘fetenti’ passaggi difficili in entrambi!!! La scrittura costringe spesso a infilare a gran velocità le dita negli angusti spazi tra un tasto cromatico e l’altro, e uno si chiede “ma come cavolo faceva Bach, mannaggia!?” Ma anche qui, pazienza: è così bello che uno si espone di buon grado al pericolo… Il preludio è nello stile di una fantasia organistica in tre parti: I. introduzione libera con un tema in semicrome; II. Intermezzo in stile più severo, un misto di versetto d’organo e di toccata ‘di Durezze e Ligature’; III fugato a due soggetti (naturalmente basato sui temi delle due precedenti sezioni), così scorrevole e solare che quasi ci si dimentica della complessità contrappuntistica della scrittura.

La fuga è costruita intorno a un soggetto che sembra impossibile da trattare, così saltellante e spezzato da una pausa imprevista; per di più questo soggetto è seguito da una coda la cui scrittura agile e brillante sembra più adatta a una sonata virtuosistica per violino. Bach nondimeno costruisce una fuga vivace e spigliata ma rigorosamente organizzata; e riesce addirittura a creare un effetto comico a metà della battuta 34, con un cromatismo inaspettato… non vi scandalizzate, ma per me quel momento ha un sapore jazz!

Resta connesso con Limen App www.limenmusic.com
registrati gratuitamente e nella sezione “Library & Bonus – Promo” potrai vedere “Preludio e Fuga n. 5” tratto dal CD “Das Wohltemperirte Clavier I. Teil” con Enrico Baiano
Il CD è acquistabile su Amazon: https://amzn.to/30BZayq
Share

Leave a Reply