Eccoci alla settimana dedicata ad Enrico Baiano

Bach era (anche) un grande didatta, e aveva elaborato un programma di insegnamento per accompagnare la “gioventù desiderosa di apprendere” dal livello elementare a quello trascendentale. Il Clavicembalo ben Temperato conclude in maniera monumentale il percorso: è una vera Summa Musicalis che dà istruzioni complete riguardo a tecnica, interpretazione, basso continuo, contrappunto, composizione, improvvisazione, forma musicale, estetica e retorica.

Il Preludio 1 è un esempio di ‘style luthé’ (‘liutato’) o ‘brisé’ (‘spezzato’): l’ininterrotta sequenza di accordi arpeggiati viene eseguita tenendo abbassati tutti i tasti appartenenti alla medesima armonia, così da prolungare le risonanze e ottenere un suono soffuso di luce e di calore. Questo effetto è così bello che i costruttori di fortepiani inventeranno un meccanismo (una ginocchiera e più tardi un pedale) per ottenerlo anche laddove le dita non possono tenere abbassati i tasti. L’agogica e (dove possibile) la dinamica sottolineano le tensioni e distensioni del discorso armonico.

La Fuga 1 è nello stile del versetto d’organo: il discorso si articola in continue entrate del soggetto (che si presta anche a numerosi stretti) senza divertimenti o episodi di contrasto.

In entrambi i brani regna una celeste serenità, pervasa di un’espressività intensa ma equilibrata.

Resta connesso con Limen App www.limenmusic.com
registrati gratuitamente e nella sezione “Library & Bonus – Promo” potrai vedere “Preludio e Fuga n. 1” tratto dal CD “Das Wohltemperirte Clavier I. Teil” con Enrico Baiano
Il CD è acquistabile su Amazon: https://amzn.to/30BZayq

Share

Leave a Reply